Perché l’Autunno è la mia stagione preferita: buon inizio

Per me esistono due diversi inizi dell’anno: il primo a Gennaio, con Capodanno, le lucine, l’atmosfera natalizia e i buoni propositi, il secondo a Settembre, con i primi cieli che tendono al grigio e la sensazione che tutto stia per cominciare e ricominciare.

Ed eccoci qui, quindi, nel pieno del mio mese preferito, all’inizio della mia stagione preferita.

Ho vissuto un’estate che non riesco a descrivere in modo diverso da leggera e felice. Mi sono riposata, ritrovata, divertita. Ho avuto tempo libero dilatato a disposizione e la cosa bella è che l’ho riempito tutto: l’ho usato, stropicciato, consumato.

Ho ricordato com’ero e mi sono accorta di quanto io sia cambiata, ma allo stesso tempo ho notato i piccoli dettagli di ciò che sono sempre stata e che in fondo ancora sono e conservo.

Adesso guardo fuori dalla finestra e in questo istante è tutto nuovo: il paesaggio che vedo, la sedia su cui sono poggiata, la casa in cui vivo. Anche le lezioni che inizierò domani, poiché dopo questo riposo inizio finalmente la mia laurea specialistica.

E mi sento carica, un po’ tesa, ma soprattutto curiosa. Curiosa di vita. Pronta.

L’Autunno è la mia stagione preferita: la nostalgia, i colori caldi e la nebbia leggera, le foglie gialle e rosse che cadono piano e scrocchiano sotto i miei passi. L’Autunno è dolce e va accolto con tenerezza e anche un pizzico di malinconia.

E in questo periodo dell’anno siamo tutti un po’ Autunno.

E magari – proprio come l’Autunno – abbiamo bisogno di perdere tutte le nostre foglie per poi rifiorire.

Francesca Ricci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto